Logo Gazzetta Alleanza

È arrivata la ripresa: la dieta per tenersi in forma

Il benessere della fase di ripresa passa anche dai cibi da portare in tavola. Lo smart working, la vita un po’ sedentaria, le uscite ridotte, palestre e piscine chiuse hanno portato molti di noi a mettere su chili di troppo. Lo conferma anche la Sinu, Società di nutrizione umana, secondo le cui stime si è registrato un incremento del 3 4 per cento dei chili in eccesso. Ma, con la giusta attenzione a ciò che si mangia ci si può mettere in forma per l’estate in tempi rapidi.

È importante un approccio sereno con il cibo

Chi desidera smaltire i chili in eccesso deve evitare un comportamento troppo restrittivo perché in poco tempo si troverebbe a rinunciare. Meglio un approccio sereno con il cibo: l’aspetto psicologico ha un ruolo molto importante. Per alcuni recuperare il peso forma e trovare un regime alimentare bilanciato potrebbe essere meno difficile del previsto e anche terapeutico, soprattutto se si vive questo aspetto della quotidianità come un’altra possibilità di tenere sotto controllo la situazione.

Scegliere materie prime salubri e genuine

Per questa fase i ricercatori della Fondazione Veronesi raccomandano di seguire una dieta equilibrata e sana con materie prime salubri e genuine, riducendo il più possibile i prodotti confezionati e molto lavorati. Ogni pasto deve contenere cereali, meglio se integrali, verdure e una fonte proteica. Per le proteine, sono da preferire quelle di origine vegetale, come i legumi che costano poco e offrono una grande varietà di sapori. Poi quelle del pesce, ricco anche di vitamine, minerali e sostanze antiossidanti, quindi quelle della carne bianca, e della carne rossa di cui si consiglia un consumo limitato: dai 100 ai 300 grammi a settimana.

Frutta e verdura: almeno cinque porzioni

Verdure e frutta fresca dovrebbero essere consumate in abbondanza: la fibra che contengono fa sentire sazi e consente di mantenere il peso sotto controllo. Il bilancio della giornata dovrebbe prevedere il consumo di 5 porzioni di verdura, circa 400 grammi, e frutta circa 250 grammi. L’estate in arrivo porta con sé frutti ricchi di acqua come le fragole e le ciliegie, i kiwi e le albicocche. Se si hanno momenti di fame da ansia, si possono tenere a portata di mano frutta secca o crudité, soia tostata, le arachidi in guscio o i semi di zucca tostati sempre con la buccia in modo da dover impiegare più tempo per mangiarli. Le dosi, però, devono essere sempre contenute. .

Condimenti leggeri e due litri d’acqua al giorno

Nella scelta dei condimenti meglio usare quelli senza soffritti e grassi animali, cercando di mantenere il gusto e il sapore. Vanno bene l’olio extravergine di oliva in quantità moderate, il succo di limone, l’aceto di mele e l’aceto balsamico, ma solo quello senza zuccheri, caramello e coloranti. Da evitare invece la maionese e il ketchup, mentre si possono preparare salse a base di yogurth. Consigliata anche la senape di alta qualità, ma in quantità moderata. I latticini sono importanti per il loro apporto di calcio e vitamina D, ma il consiglio è di acquistare prodotti con una quantità di grassi ridotta. Bere acqua è fondamentale: da 1,5 a 2 litri al giorno. Le temperature più alte e l’attività fisica possono modificare queste necessità.

Associare alla dieta l’attivita’fisica

All’alimentazione per tornare in forma è necessario associare un po’ di esercizio fisico, riprendendo in maniera graduale, se negli ultimi mesi lo sport è stato messo da parte. Fare movimento, oltre che per sentirsi in forma e apprezzarsi di più è indispensabile per rinforzare il sistema immunitario. Si può approfittare della libertà di uscire per fare una passeggiata di 30-45 minuti almeno due volte alla settimana. Se si sceglie di fare una vera e propria dieta è consigliabile non affidarsi al fai da te, ma chiedere il parere di un medico, un dietologo o un nutrizionista per avere migliori risultati e senza rischi per la salute.