Logo Gazzetta Alleanza

Le famiglie italiane, il risparmio e il bisogno di protezione

Le famiglie, il risparmio e il bisogno di protezione. Gli imprevisti e la necessità di non farsi trovare impreparati dallo scorrere del tempo. Come emerge dai dati della Banca d’Italia, la propensione al risparmio degli italiani è più che raddoppiata dalla fine del 2019 passando dall’8 al 19 per cento. Un comportamento che dà tranquillità e mette al riparo da sorprese. Ma cresce anche il bisogno di sentirsi sicuri. L’aspettativa di vita che si allunga, il rischio di diventare non autosufficienti, una spesa medica imprevista, un infortunio: l’importanza di proteggere sé stessi e i propri cari in caso di eventi sfavorevoli è un’esigenza sempre più sentita.

Pensare al presente e al futuro

Secondo un’indagine Acri Ipsos, mentre il 63 per cento degli italiani continua a preferire la liquidità, il 46 per cento degli italiani associa il risparmio a un senso di sicurezza e aumentano gli investimenti in prodotti assicurativi. All’accantonamento del denaro si affianca la ricerca di prodotti che rispondano al bisogno di essere tutelati, pensando sia al futuro che al presente. Una necessità che trova risposta negli strumenti finanziari per la famiglia, la salute, la capacità lavorativa e del patrimonio. Soluzioni e coperture che offrono un sostegno economico per sé, per il partner, i figli e i genitori.

Soluzioni per il rischio di non autosufficienza

Si stima che nei prossimi dieci anni nel nostro Paese ci saranno oltre 6 milioni di anziani non autosufficienti. L’età media è sempre più elevata: secondo il Rapporto Censis, l’Italia è il paese europeo con la percentuale più alta di over 65, circa il 22,7 per cento della popolazione. È probabile però che dopo una certa età si presentino acciacchi e problemi di salute o la perdita di autonomia sia propria che dei genitori. Una soluzione efficace arriva dalle polizze long term care (LTC) che consentono di far fronte alle necessità economiche in caso di perdita dell’autosufficienza, qualunque ne sia la causa: l’avanzare degli anni, un incidente o una malattia improvvisa.

Tutela della famiglia con le polizze TCM

Se in famiglia c’è una sola persona con un reddito fisso, si desidera tutelare i figli piccoli, si è acceso un mutuo per l’acquisto della casa si può scegliere una polizza TCM (temporanea caso morte). Una soluzione valida per un periodo di tempo prestabilito che, nel caso di scomparsa prematura dell’assicurato, garantisce il pagamento di un capitale ai beneficiari indicati nel contratto, consente di mantenere il tenore di vita dei familiari, ne sostiene il percorso di vita e permette di affrontare il futuro con serenità.

Investimenti abbinati alle coperture assicurative

I Piani di accumulo, soluzioni di investimento basate su versamenti periodici di denaro, e i prodotti a premio unico si possono abbinare a una copertura complementare che copra le conseguenze degli eventi imprevisti. È possibile associare al piano una polizza infortuni che garantisce l’erogazione di un capitale nel caso capiti un incidente. O una polizza malattia che copre le spese di ricovero, di degenza, le cure e le conseguenze economiche nella vita personale e nel lavoro. Ancora, si può scegliere di unire all’investimento una polizza assicurativa di puro rischio, dove rientrano la tutela in caso di decesso, la protezione per malattie gravi e invalidità.

Il consulente, un punto di riferimento per indirizzare le scelte

Per scegliere il prodotto più indicato alle proprie esigenze è fondamentale la consulenza finanziaria. Che ha un ruolo cruciale: valorizzare il risparmio e indirizzare le scelte valutando la situazione personale, familiare e finanziaria di ognuno. È importante perciò rivolgersi a un consulente preparato e affidabile che aiuti a individuare le migliori soluzioni. E ad associare gli obiettivi di rendimento e di protezione del capitale ai bisogni della persona e della famiglia.